Materiali

/Materiali

MATERIALI DI QUALITA' ADATTI AD OGNI ESIGENZA

L’arredamento in legno si presta ad ogni stile, sia classico che moderno, dura nel tempo e non passa mai di moda. Spesso però scegliere il legno giusto può rivelarsi difficile, in quanto le specie sono tante e differiscono l’una dall’altra per qualità, grado di durezza, durata, colore, costo e disponibilità. Se avete dubbi sulla scelta del legno giusto ecco una breve guida per orientarvi verso la giusta scelta.

Come abbiamo detto, i legni non sono tutti uguali. Esistono legni con buone proprietà di lavorazione come tiglio, ontano e betulla, ma che potrebbero non avere le caratteristiche di durevolezza e durezza necessarie al vostro mobile. Allo stesso tempo, altri legni come il ciliegio o rovere hanno buone qualità di finitura, ma potrebbero non avere il colore desiderato.

In linea generale per compiere la scelta giusta occorre poi considerare il tipo di utilizzo. Infatti ci sono mobili che si usano poco, se non raramente, ed altri che vengono utilizzati costantemente come tavoli da cucina e arredi di uso quotidiano. In questi casi occorre tener presente che, a differenza di altri, i legni duri non si ammaccano o si graffiano facilmente quindi potrebbero essere l’ideale per una scelta che dura nel tempo, anche se generalmente sono più costosi.

Il primo passo per fare una buona scelta è quello di selezionare il legno in base al tipo di mobile. Se si tratta di un arredo che richiede durevolezza e resistenza, come un armadio o un tavolo, occorre un legno abbastanza forte e capace di tenere il peso, come l’acero, il rovere o il castagno. Al contrario se il progetto prevede delle lavorazioni particolari allora serve un legno più morbido come il pioppo o l’abete. Se invece si tratta di arredi per esterni, allora occorre utilizzare un legno resistente agli agenti atmosferici, come il legno di mogano o il teak, che possiede oli naturali in grado di proteggerlo naturalmente.

.

IL LEGNO

LA STORIA DEL LEGNO

Fin da epoca preistorica, per le sue particolari caratteristiche, è stato uno dei primi materiali utilizzati dall’uomo, a qualsiasi popolazione appartenesse, avendo un ruolo di primo piano nello sviluppo della civiltà umana. È classificato tra le risorse naturali rinnovabili e può essere utilizzato sia come combustibile per generare calore.

DAL BOSCO ALLA FABBRICA

Il percorso del legno, dalla scelta dell’albero fino all’essiccazione in fabbrica. Un percorso affascinante alla scoperta di una lavorazione millenaria tramandata e ancor oggi rispettata anche se con accorgimenti e tecniche moderne. Il rispetto della natura in armonia con l’ambiente è alla base di un processo lento ed ecosostenibile.

legni vari
I TIPI DI LEGNO

L’arredamento in legno si presta ad ogni stile  e non passa mai di moda. Spesso però scegliere il legno giusto può rivelarsi difficile, in quanto le specie sono tante e differiscono l’una dall’altra per qualità, grado di durezza, durata, colore, costo e disponibilità. Dal rovere all’abete, dal teak al pioppo… ogni legno ha una sua caratteristica intrinseca.

LA CLASSIFICAZIONE DEI LEGNI

provenienza
PROVENIENZA

Legnami di conifere resinosi (larice, abete, pino) e i Legnami di latifoglie (castagno, noce, faggio, frassino, rovere, ciliegio). Ci sono poi Legni esotici che provengono dalle regioni tropicali o equatoriali (mogano, tanganika, palissandro, ebano).

durezza del legno
LA DUREZZA

In base alla proprietà di resistere alla penetrazione di un corpo, si suddividono in Legni duri o forti ( rovere, olmo, noce, frassino, ciliegio, faggio, castagno ecc.) e Legni dolci o teneri ( abete, pioppo, tiglio, toulipier ecc.)

Impiego
L'IMPIEGO

I Legnami di pregio per la bellezza del disegno sono destinati ad essere lasciati “a vista” ( noce, rovere, frassino, ciliegio, abete ecc.), mentre quelli da opera vengono utilizzati soltanto per le loro caratteristiche tecniche.

Con noi avrai la sicurezza di un lavoro di qualità con la massima assistenza!